Roma Tre al top della ricerca scientifica europea. Finanziato il progetto “Swim” di Elena Pettinelli con 3,2 milioni di euro

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-62446
Roma Tre al top della ricerca scientifica europea. Finanziato il progetto “Swim” di Elena Pettinelli con 3,2 milioni di euro
COMUNICATO STAMPA
  • Tra i 255 Erc Advanced Grant 2023 la ricerca dell’acqua sulle lune ghiacciate di Giove
  • Nell’ateneo romano nascerà un laboratorio unico al mondo
  • La “generazione Giove” a caccia di segnali di vita extraterrestre
Roma, 11 aprile 2024 - La ricerca scientifica di Roma Tre al top in Europa grazie al progetto della prof.ssa Elena Pettinelli, grazie alla quale nascerà nell’ateneo romano un laboratorio di eccellenza per osservare e misurare la presenza di acqua - premessa per la rilevazione di possibili forme vitali extraterrestri - nei satelliti di Giove.
 
La notizia è stata diffusa oggi dall’European Reserach Council (ERC), che attraverso bandi competitivi detti ERC Grants, promuove dal 2007 la ricerca di eccellenza, finanziando progetti visionari e altamente innovativi, proposti da ricercatrici e ricercatori di elevato profilo a livello internazionale, che lavorano in tutti i campi del sapere. L'Agenzia Esecutiva dell’European Research Council - ERCEA ha pubblicato oggi i risultati della call ERC-2022-AdG: in tutto finanziamenti per 652 milioni di euro rivolti a 255 ricercatori europei di eccellenza.
 
Tra i 12 progetti italiani selezionati quest’anno, c’è il progetto SWIM – Surfing Radio Waves to Detect Liquid Water in the Solar System, proposto dalla prof.ssa Elena Pettinelli docente del Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università degli studi Roma Tre. Il progetto è finalizzato alla ricerca di acqua liquida e allo studio delle condizioni di abitabilità all’interno delle croste ghiacciate dei satelliti Galileiani di Giove: Europa, Ganimede e Callisto. Il progetto è legato alle nuove esplorazioni spaziali che investigheranno i satelliti ghiacciati di Giove a partire dal 2031, la missione dell’ESA JUICE (JUpiter ICy moons Explorer) già lanciata il14 aprile del 2023 e in viaggio verso il sistema gioviano, e la missione Europa Clipper (NASA) che verrà lanciata a ottobre di quest’anno.
 
Il progetto SWIM - che potrà contare su un finanziamento di 3,2 milioni di euro - si prefigge di costruire a Roma Tre un laboratorio unico al mondo capace di supportare le osservazioni e le misure radar che le due missioni acquisiranno, al fine di interpretare correttamente i dati e verificare profondità, estensione e caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua liquida all’interno e/o al di sotto delle croste ghiacciate dei satelliti di Giove.

La ricerca di acqua liquida rappresenta il primo fondamentale passo verso l’identificazione di un possibile habitat per lo sviluppo di vita extraterrestre. Il successo di questo progetto affonda le proprie radici nell’attività di ricerca di eccellenza del gruppo diretto dalla prof.ssa Pettinelli a Roma Tre, che nel 2018 ha scoperto il primo corpo stabile di acqua liquida sotto la calotta polare sud di Marte, attraverso l’analisi dei dati raccolti dal radar italiano MARSIS.
 
“Il progetto SWIM permetterà di utilizzare tecniche di laboratorio innovative e di affrontare questioni aperte nel campo della fisica dei ghiacci, la cui comprensione è fondamentale non solo per la ricerca di acqua e di vita extraterrestre, ma anche per migliorare la nostra conoscenza degli effetti del cambiamento climatico sulla criosfera terrestre” commenta la prof.ssa Pettinelli.
 
Lo sviluppo del progetto SWIM permetterà di introdurre al mondo della ricerca una intera generazione di giovani ricercatori e di studenti, che avranno una straordinaria opportunità di lavorare in un ambiente internazionale ed in un progetto di frontiera, e rappresenta il miglior epilogo dell’evento di divulgazione “Generazione Giove” che l’ateneo aveva dedicato alle nuove generazioni di studenti e ricercatori in occasione del lancio della missione JUICE.
 
Il Rettore di Roma Tre, Massimiliano Fiorucci, manifesta la soddisfazione di tutto l’Ateneo: “Il finanziamento di uno dei 12 progetti ERC italiani per quest’anno rappresenta un grande successo dell’Università Roma Tre, costituisce motivo di orgoglio e rende evidente quanto il nostro Ateneo punti sull’innovazione, sulla qualità della ricerca e sul dinamismo scientifico, tutti elementi che ci hanno permesso di essere protagonisti di importanti scoperte scientifiche”.
 
Il Direttore Generale dell’Ateneo, Alberto Attanasio conclude: “È una notizia che ci riempie di orgoglio. Tutte le strutture amministrative di Ateneo coinvolte lavoreranno da subito per assicurare il successo del progetto sotto il profilo delle strumentazioni, delle forniture, del personale e delle infrastrutture”.
 
Elena Pettinelli:
Professoressa Ordinaria di Fisica Terrestre presso il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università degli studi Roma Tre, dove è responsabile del Laboratorio di Fisica della Terra e dei Pianeti. Da quasi 25 anni, svolge attività di ricerca nel campo dell'esplorazione geofisica planetaria, con particolare riguardo alla caratterizzazione elettromagnetica dei simulanti i suoli planetari ed alle tecniche di analisi, inversione ed interpretazione dei segnali acquisiti con radar sottosuperficiali. Membro dell’ESA Lunar Science Team: “Strategy for Science at the Moon” 2020-2030 e dell’ Scientific Advisory Board ESA SciSpacE Expert Strategy Group. Co-investigatore della missione dell’ESA JUICE, per l’esplorazione della struttura interna dei satelliti ghiacciati di Giove e della missione ESA - ENVISION per lo studio della struttura sotto-superficiale di Venere. Responsabile italiano per lo strumento WISDOM a bordo del rover dell’ESA EXOMARS per la ricerca di tracce biologiche su Marte. Co-investigatrice dello strumento MARSIS a bordo della missione ESA Mars Express, e dello strumento SHARAD della missione NASA MRO.
 
Contatti stampa
Ufficio Comunicazione
Alessia del Noce - 339 5304817
Alessandro Santelli – 328 1089731
Marco Barbieri – 335 8773517
Link identifier #identifier__64546-1ufficio.comunicazione@uniroma3.it
Link identifier #identifier__89178-1Link identifier #identifier__38048-2Link identifier #identifier__104561-3Link identifier #identifier__6264-4

This post is also available in: Link identifier #identifier__157707-5image 134086Eng