20410505 - FISICA DELLE ASTROPARTICELLE

Il corso intende introdurre lo studente alle attività di ricerca su problemi in comune tra Fisica delle Particelle Elementari ed Astrofisica. I diversi temi di ricerca che costituiscono oggetto di studio da parte della comunità scientifica internazionale verranno discussi all'interno di uno schema unitario, con particolare attenzione all'interpretazione fenomenologica e alle proposte di realizzazione di nuovi apparati sperimentali

BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI FENOMENOLOGICI E SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE: CORRELAZIONI TRA FISICA DELLE PARTICELLE, ASTROFISICA E COSMOLOGIA; IL PROBLEMA DELLA MATERIA OSCURA; RAGGI COSMICI E MECCANISCMI DI ACCELERAZIONE DEI RAGGI COSMICI; MASSA DI NEUTRINI ED OSCILLAZIONE DEI NEUTRINI LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO LEPTONICO ED IL DECADIMENTO DOPPIO BETA; LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO BARIONICO ED IL PROBLEMA DEL DECADIMENTO DEL PROTONE; VIOLAZIONE DI CP E ASIMMETRIA MATERIA-ANTIMATERIA.

Testi Adottati

K. Thomas Gaisser Cosmic rays and particle physics Cambridge 1990
Malcom S. Longair High energy astrophysics Cambridge 1992
H. V. Klapdor - Kleingrothaus and A. Staudt Non - Accelerator particle physics Bristol 1995
Donald H. Perkins Particle Astrophysics, second edition Oxford 2009


Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

MARI STEFANO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE. VENGONO DISCUSSI GLI APPARATI, LE TECNICHE SPERIMENTALI E I RISULTATI NEI SEGUENTI SETTORI: RIVELAZIONE DEI RAGGI COSMICI; RICERCA DI MATERIA OSCURA; RIVELAZIONE DEI NEUTRINI; RICERCA DI ANTIMATERIA; RIVELAZIONE DI ONDE GRAVITAZIONALI.


Testi Adottati

K. THOMAS GAISSER
COSMIC RAYS AND PARTICLE PHYSICS CAMBRIDGE 1990
MALCOM S. LONGAIR
HIGH ENERGY ASTROPHYSICS CAMBRIDGE 1992
H. V. KLAPDOR - KLEINGROTHAUS AND A. STAUDT NON - ACCELERATOR PARTICLE PHYSICS
BRISTOL 1995
DONALD H. PERKINS
PARTICLE ASTROPHYSICS, SECOND EDITION OXFORD 2009

Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI FENOMENOLOGICI E SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE: CORRELAZIONI TRA FISICA DELLE PARTICELLE, ASTROFISICA E COSMOLOGIA; IL PROBLEMA DELLA MATERIA OSCURA; RAGGI COSMICI E MECCANISCMI DI ACCELERAZIONE DEI RAGGI COSMICI; MASSA DI NEUTRINI ED OSCILLAZIONE DEI NEUTRINI LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO LEPTONICO ED IL DECADIMENTO DOPPIO BETA; LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO BARIONICO ED IL PROBLEMA DEL DECADIMENTO DEL PROTONE; VIOLAZIONE DI CP E ASIMMETRIA MATERIA-ANTIMATERIA.

Testi Adottati

K. Thomas Gaisser Cosmic rays and particle physics Cambridge 1990
Malcom S. Longair High energy astrophysics Cambridge 1992
H. V. Klapdor - Kleingrothaus and A. Staudt Non - Accelerator particle physics Bristol 1995
Donald H. Perkins Particle Astrophysics, second edition Oxford 2009


Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

MARI STEFANO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE. VENGONO DISCUSSI GLI APPARATI, LE TECNICHE SPERIMENTALI E I RISULTATI NEI SEGUENTI SETTORI: RIVELAZIONE DEI RAGGI COSMICI; RICERCA DI MATERIA OSCURA; RIVELAZIONE DEI NEUTRINI; RICERCA DI ANTIMATERIA; RIVELAZIONE DI ONDE GRAVITAZIONALI.


Testi Adottati

K. THOMAS GAISSER
COSMIC RAYS AND PARTICLE PHYSICS CAMBRIDGE 1990
MALCOM S. LONGAIR
HIGH ENERGY ASTROPHYSICS CAMBRIDGE 1992
H. V. KLAPDOR - KLEINGROTHAUS AND A. STAUDT NON - ACCELERATOR PARTICLE PHYSICS
BRISTOL 1995
DONALD H. PERKINS
PARTICLE ASTROPHYSICS, SECOND EDITION OXFORD 2009

Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI FENOMENOLOGICI E SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE: CORRELAZIONI TRA FISICA DELLE PARTICELLE, ASTROFISICA E COSMOLOGIA; IL PROBLEMA DELLA MATERIA OSCURA; RAGGI COSMICI E MECCANISCMI DI ACCELERAZIONE DEI RAGGI COSMICI; MASSA DI NEUTRINI ED OSCILLAZIONE DEI NEUTRINI LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO LEPTONICO ED IL DECADIMENTO DOPPIO BETA; LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO BARIONICO ED IL PROBLEMA DEL DECADIMENTO DEL PROTONE; VIOLAZIONE DI CP E ASIMMETRIA MATERIA-ANTIMATERIA.

Testi Adottati

K. Thomas Gaisser Cosmic rays and particle physics Cambridge 1990
Malcom S. Longair High energy astrophysics Cambridge 1992
H. V. Klapdor - Kleingrothaus and A. Staudt Non - Accelerator particle physics Bristol 1995
Donald H. Perkins Particle Astrophysics, second edition Oxford 2009


Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

MARI STEFANO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE. VENGONO DISCUSSI GLI APPARATI, LE TECNICHE SPERIMENTALI E I RISULTATI NEI SEGUENTI SETTORI: RIVELAZIONE DEI RAGGI COSMICI; RICERCA DI MATERIA OSCURA; RIVELAZIONE DEI NEUTRINI; RICERCA DI ANTIMATERIA; RIVELAZIONE DI ONDE GRAVITAZIONALI.


Testi Adottati

K. THOMAS GAISSER
COSMIC RAYS AND PARTICLE PHYSICS CAMBRIDGE 1990
MALCOM S. LONGAIR
HIGH ENERGY ASTROPHYSICS CAMBRIDGE 1992
H. V. KLAPDOR - KLEINGROTHAUS AND A. STAUDT NON - ACCELERATOR PARTICLE PHYSICS
BRISTOL 1995
DONALD H. PERKINS
PARTICLE ASTROPHYSICS, SECOND EDITION OXFORD 2009

Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI FENOMENOLOGICI E SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE: CORRELAZIONI TRA FISICA DELLE PARTICELLE, ASTROFISICA E COSMOLOGIA; IL PROBLEMA DELLA MATERIA OSCURA; RAGGI COSMICI E MECCANISCMI DI ACCELERAZIONE DEI RAGGI COSMICI; MASSA DI NEUTRINI ED OSCILLAZIONE DEI NEUTRINI LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO LEPTONICO ED IL DECADIMENTO DOPPIO BETA; LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO BARIONICO ED IL PROBLEMA DEL DECADIMENTO DEL PROTONE; VIOLAZIONE DI CP E ASIMMETRIA MATERIA-ANTIMATERIA.

Testi Adottati

K. Thomas Gaisser Cosmic rays and particle physics Cambridge 1990
Malcom S. Longair High energy astrophysics Cambridge 1992
H. V. Klapdor - Kleingrothaus and A. Staudt Non - Accelerator particle physics Bristol 1995
Donald H. Perkins Particle Astrophysics, second edition Oxford 2009


Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

MARI STEFANO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE. VENGONO DISCUSSI GLI APPARATI, LE TECNICHE SPERIMENTALI E I RISULTATI NEI SEGUENTI SETTORI: RIVELAZIONE DEI RAGGI COSMICI; RICERCA DI MATERIA OSCURA; RIVELAZIONE DEI NEUTRINI; RICERCA DI ANTIMATERIA; RIVELAZIONE DI ONDE GRAVITAZIONALI.


Testi Adottati

K. THOMAS GAISSER
COSMIC RAYS AND PARTICLE PHYSICS CAMBRIDGE 1990
MALCOM S. LONGAIR
HIGH ENERGY ASTROPHYSICS CAMBRIDGE 1992
H. V. KLAPDOR - KLEINGROTHAUS AND A. STAUDT NON - ACCELERATOR PARTICLE PHYSICS
BRISTOL 1995
DONALD H. PERKINS
PARTICLE ASTROPHYSICS, SECOND EDITION OXFORD 2009

Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI FENOMENOLOGICI E SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE: CORRELAZIONI TRA FISICA DELLE PARTICELLE, ASTROFISICA E COSMOLOGIA; IL PROBLEMA DELLA MATERIA OSCURA; RAGGI COSMICI E MECCANISCMI DI ACCELERAZIONE DEI RAGGI COSMICI; MASSA DI NEUTRINI ED OSCILLAZIONE DEI NEUTRINI LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO LEPTONICO ED IL DECADIMENTO DOPPIO BETA; LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO BARIONICO ED IL PROBLEMA DEL DECADIMENTO DEL PROTONE; VIOLAZIONE DI CP E ASIMMETRIA MATERIA-ANTIMATERIA.

Testi Adottati

K. Thomas Gaisser Cosmic rays and particle physics Cambridge 1990
Malcom S. Longair High energy astrophysics Cambridge 1992
H. V. Klapdor - Kleingrothaus and A. Staudt Non - Accelerator particle physics Bristol 1995
Donald H. Perkins Particle Astrophysics, second edition Oxford 2009


Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

MARI STEFANO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Programma

ASPETTI SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE. VENGONO DISCUSSI GLI APPARATI, LE TECNICHE SPERIMENTALI E I RISULTATI NEI SEGUENTI SETTORI: RIVELAZIONE DEI RAGGI COSMICI; RICERCA DI MATERIA OSCURA; RIVELAZIONE DEI NEUTRINI; RICERCA DI ANTIMATERIA; RIVELAZIONE DI ONDE GRAVITAZIONALI.


Testi Adottati

K. THOMAS GAISSER
COSMIC RAYS AND PARTICLE PHYSICS CAMBRIDGE 1990
MALCOM S. LONGAIR
HIGH ENERGY ASTROPHYSICS CAMBRIDGE 1992
H. V. KLAPDOR - KLEINGROTHAUS AND A. STAUDT NON - ACCELERATOR PARTICLE PHYSICS
BRISTOL 1995
DONALD H. PERKINS
PARTICLE ASTROPHYSICS, SECOND EDITION OXFORD 2009

Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Mutuazione: 20410505 FISICA DELLE ASTROPARTICELLE in Fisica LM-17 BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA, MARI STEFANO MARIA

Programma

ASPETTI FENOMENOLOGICI E SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE: CORRELAZIONI TRA FISICA DELLE PARTICELLE, ASTROFISICA E COSMOLOGIA; IL PROBLEMA DELLA MATERIA OSCURA; RAGGI COSMICI E MECCANISCMI DI ACCELERAZIONE DEI RAGGI COSMICI; MASSA DI NEUTRINI ED OSCILLAZIONE DEI NEUTRINI LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO LEPTONICO ED IL DECADIMENTO DOPPIO BETA; LA CONSERVAZIONE DEL NUMERO BARIONICO ED IL PROBLEMA DEL DECADIMENTO DEL PROTONE; VIOLAZIONE DI CP E ASIMMETRIA MATERIA-ANTIMATERIA.

Testi Adottati

K. Thomas Gaisser Cosmic rays and particle physics Cambridge 1990
Malcom S. Longair High energy astrophysics Cambridge 1992
H. V. Klapdor - Kleingrothaus and A. Staudt Non - Accelerator particle physics Bristol 1995
Donald H. Perkins Particle Astrophysics, second edition Oxford 2009


Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.

MARI STEFANO MARIA

scheda docente | materiale didattico

Mutuazione: 20410505 FISICA DELLE ASTROPARTICELLE in Fisica LM-17 BUSSINO SEVERINO ANGELO MARIA, MARI STEFANO MARIA

Programma

ASPETTI SPERIMENTALI DELLA FISICA DELLE ASTROPARTICELLE. VENGONO DISCUSSI GLI APPARATI, LE TECNICHE SPERIMENTALI E I RISULTATI NEI SEGUENTI SETTORI: RIVELAZIONE DEI RAGGI COSMICI; RICERCA DI MATERIA OSCURA; RIVELAZIONE DEI NEUTRINI; RICERCA DI ANTIMATERIA; RIVELAZIONE DI ONDE GRAVITAZIONALI.


Testi Adottati

K. THOMAS GAISSER
COSMIC RAYS AND PARTICLE PHYSICS CAMBRIDGE 1990
MALCOM S. LONGAIR
HIGH ENERGY ASTROPHYSICS CAMBRIDGE 1992
H. V. KLAPDOR - KLEINGROTHAUS AND A. STAUDT NON - ACCELERATOR PARTICLE PHYSICS
BRISTOL 1995
DONALD H. PERKINS
PARTICLE ASTROPHYSICS, SECOND EDITION OXFORD 2009

Modalità Erogazione

Lezioni frontali. Per ogni argomento principale, una lezione (o piu' di una nel caso di argomenti di piu' ampio respiro) verra' dedicata alla presentazione della tematica e al suo inquadramento all'interno del panorama scientifico. Una successiva lezione sara' poi dedicata alla presentazione della ricerca attuale sul tema oggetto della discussione. Le ultime lezioni verranno dedicate ad accompagnare gli studenti nella preparazione del seminario oggetto dell'esame finale.

Modalità Valutazione

Esame orale: discussione di una tesina su argomento a scelta dello studente tra una rosa di proposte.