RHUM

Sviluppo di rivelatori di tracciamento a gas innovativi per la fisica delle particelle

 

image 151435Il Dipartimento, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l’Università degli studi di Napoli “Federico II” ed il CERN,  è   coinvolto nello sviluppo e studio di nuovi rivelatori di particelle nell’ambito del progetto “Resistive High-granUlarity Micromegas – RHUM”.
Questo progetto ha lo scopo di realizzare dei rivelatori a gas innovativi (della famiglia dei Micro Pattern Gaseous Detectors) capaci di effettuare misure a flussi dell’ordine di 10 MHz/cm2 con una lettura a bassa occupancy ad alta granularità su pad di dimensioni dell’ordine del mm2, in grado di resistere a radiazioni elevate, e dimostrarne la scalabilità su grandi superfici per futuri esperimenti di Fisica delle Alte Energie.
Nei laboratori di Roma Tre vengono studiate le caratteristiche di nuovi prototipi di rivelatore  e,  in modo complementare, vengono analizzati  i dati raccolti durante le diverse campagne di misure che si svolgono in diversi laboratori europei (CERN, PSI, DESY…)

Membri:

Link identifier #identifier__29711-1Fabrizio PETRUCCI
Link identifier #identifier__54064-2Roberto DI NARDO
Mauro IODICE (INFN)
Michela BIGLIETTI (INFN)
Marco SESSA

Dottorandi:

Link identifier #identifier__59121-3Maria Teresa CAMERLINGO

Link identifier #identifier__106418-4Link identifier #identifier__60892-5Link identifier #identifier__46219-6Link identifier #identifier__129749-7
Francesca Quartararo 13 Aprile 2021