Edizione 2020

logo la Fisica incontra la città
Link identifier #identifier__66879-1Ciclo di Conferenze divulgative dei corsi di Laurea in Fisica
e del Dipartimento di Matematica e Fisica

Comitato organizzatore: Prof. S. Bianchi, Prof. F. Ceradini, Prof. M. A. Ricci e Prof. P. Gallo

Aula Magna del Rettorato – Via Ostiense 159 – ore 20:30

Link identifier #identifier__166052-2La luce oscura: messaggero da un mondo nascosto Link identifier #identifier__58689-3Cosmo e Microcosmo: la Fisica dell’Universo Link identifier #identifier__123093-4Il problema delle previsioni: teorie, modelli e dati Link identifier #identifier__198300-5Dietro le quinte della prima immagine di un buco nero
Link identifier #identifier__122732-6Umano troppo umano: viaggio nell’intelligenza artificiale tra mito e realtà Link identifier #identifier__11486-7Il destino degli inquinanti: nanoscienze e biorimedi Link identifier #identifier__125599-8La Luna è una severa maestra Link identifier #identifier__135892-9Energia dal mare. Una risorsa anche per il Mediterraneo?

5 febbraio 2020
La luce oscura: messaggero da un mondo nascosto

GraficoMauro Raggi
Sapienza Università di Roma / INFN Sezione di Roma

Abstract

Uno dei problemi più affascinanti della fisica del ventunesimo secolo è senza dubbio lo studio della struttura e della composizione dell’universo. Da questi studi è emerso che la gran parte della materia di cui esso è composto è di natura totalmente diversa da quella che conosciamo. I fisici la chiamano ‘materia oscura’. Nonostante decenni di ricerche, la materia oscura rimane ancora un mistero irrisolto. Ci sono molteplici idee su come questa materia oscura sia composta e su come si nasconda alla nostra vista. Tra queste sta recentemente acquisendo popolarità l’idea che la materia oscura possa nascondersi in un mondo oscuro, separato dal nostro, ma capace di comunicare con noi tramite una nuova particella, il fotone oscuro.

Link identifier #identifier__124473-10Curriculum

Mauro Raggi è professore associato di Fisica delle Particelle, presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Roma “La Sapienza”, ed associato all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. La sua attività di ricerca comprende da sempre la fisica dei rivelatori e la fisica delle particelle, con le attività negli esperimenti di fisica dei mesoni K che si svolgono nella North Area del CERN. Negli ultimi anni si è occupato principalmente della ricerca di materia oscura edin particolare dei modelli cosiddetti di ‘settori oscuri’. Dal 2015 è proponente e Spoke Person dell’esperimento PADME ai laboratori Nazionali di Frascati dell’INFN, che si occupa della ricerca, tramite acceleratori, di fotoni oscuri ed altri candidati di materia oscura.

Link identifier #identifier__106768-11Video


Eventi rinviati a causa emergenza Covid-19

Cosmo e Microcosmo: la Fisica dell’Universo – image 30430

Paolo De Bernardis
Sapienza Università di Roma / INFN sezione di Roma

Abstract

L’universo nella sua interezza evolve seguendo le leggi fondamentali della fisica. Le più recenti osservazioni dell’universo a grande scala e dell’universo primordiale, basate su sofisticati telescopi e strumenti di misura, operanti da terra e dallo spazio, mostrano un universo globalmente semplice, le cui straordinarie caratteristiche sono determinate da poche forme microscopiche di massa-energia che lo compongono. L’energia presente sotto forma di particelle elementari, normali ed oscure, di fotoni, e l’energia dello stesso vuoto determinano come si è espanso l’universo, e come nei miliardi di anni passati dal big bang si sia formata in esso una gerarchia di strutture sempre più grandi (particelle composte, nuclei atomici, atomi, molecole, stelle e pianeti, galassie, ammassi di galassie …). Nella presentazione si descriveranno le osservazioni più recenti dell’universo, e la loro interpretazione fisica, basata sull’influenza della fisica microscopica sugli oggetti macroscopici che formano l’universo. Si descriveranno poi i problemi interpretativi ancora aperti, e quali ulteriori osservazioni gli scienziati stanno preparando per una comprensione sempre più dettagliata dell’universo e della fisica fondamentale.

Curriculum

Paolo de Bernardis è professore di Astrofisica presso Sapienza Università di Roma. Lavora in Astrofisica e Cosmologia osservative. In particolare, si è occupato dello studio della radiazione cosmica di fondo nelle microonde e dell’universo primordiale, realizzando originali esperimenti, come l’esperimento da pallone stratosferico BOOMERanG, che ha evidenziato per la prima volta le oscillazioni del plasma primoridale e misurato la geometria a grande scala dell’universo, e l’esperimento da satellite Planck, che ha ottenuto le mappe più dettagliate dell’universo primordiale oggi disponibili. E’ attualmente coordinatore dell’esperimento COSMO, e collaboratore del satellite LiteBIRD. E’ membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei e dell’Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XV. Ha ricevuto numerosi premi internazionali per le sue ricerche, tra i quali il premio Balzan (2006) e il premio Dan David (2009).
Link identifier #identifier__126975-12
Link identifier #identifier__199393-13 Sito web personale

Il problema delle previsioni: teorie, modelli e dati

Angelo Vulpiani
Sapienza Università di Roma

Dietro le quinte della prima immagine di un buco nero

Ciriaco Goddi
Radboud University, Nijmegen / Leiden Observatory – Allegro, Leiden University – Paesi Bassi

Umano troppo umano: viaggio nell’intelligenza artificiale tra mito e realtà

Paolo Branchini
INFN Sezione Roma Tre

Il destino degli inquinanti: nanoscienze e biorimedi

Carlo Meneghini
Università degli Studi Roma Tre

La Luna è una severa maestra

Enrico Flamini
Agenzia Spaziale Italiana / Università degli Studi “G. d’Annunzio” – Chieti

Energia dal mare. Una risorsa anche per il Mediterraneo?

Francesco Salvatore
Istituto d’Ingegneria del Mare del Consiglio Nazionale delle Ricerche

Link identifier #identifier__16940-14Link identifier #identifier__72899-15Link identifier #identifier__176516-16Link identifier #identifier__465-17
Francesca Paolucci 14 Settembre 2020